Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
19:35 Camera Café
20:00

Ridiculousness Italia

20:30

Ridiculousness Italia

Ultima puntata di Battistology e non solo!

La seconda parte sul Matrimonio!

Lunedì 6 gennaio alle 21.10 su Comedy Central, ultimo appuntamento con “BATTISTOLOGY”, la produzione originale del canale di VIMNI dedicato all’intrattenimento e alla comicità presente in esclusiva su Sky al canale 124, con protagonista Maurizio Battista che, grazie ad uno show innovativo, ha raccontato con un linguaggio verosimile e moderno il nostro Paese attraverso il suo punto di vista.  

_mg_8488low

A concludere questa stagione dello show sarà la seconda parte dedicata al tema principe di Battista: il matrimonio. Dopo essersi sposato tre volte, infatti, Maurizio ritorna sul luogo del delitto per seguire da vicino un matrimonio italiano, in tutte le sue fasi. Si parlerà di tutte le novità sul tema: dal nuovo divorzio breve, introdotto da poco in Italia, fino ai nuovi modi di conoscere il partner, dalle app di incontri alle nuove agenzie matrimoniali etniche. Anche in quest’ultima puntata, Maurizio sentirà i pareri degli italiani sul tema, girando l’Italia in doppia fila.

_mg_8516low

Ma gli appuntamenti con Maurizio Battista non finiscono qui! Lunedì 13 febbraio alle 21.10, infatti, Comedy Central trasmetterà in prima tv assoluta lo spettacolo teatrale “UNA SERATA UNICA”, registrato la scorsa estate al Foro Italico di Roma. 
In questo show Maurzio propone un’analisi dettagliata degli ultimi cinquant’anni della nostra vita. Una catena di critiche pungenti e di incisivi buoni propositi suggeriti da chi la realtà del quotidiano la sa leggere molto bene. Il titolo annuncia che la serata è davvero unica e irripetibile, come tutti gli spettacoli di Maurizio Battista, perché sempre basati sull’improvvisazione. Partendo dai sacrifici dei nostri nonni e dei nostri genitori – attraversando provocatoriamente vizi e virtù dei nostri tempi – Battista si svincola dal mondo della politica per ridere con tagliente ironia delle nostre responsabilità, delle scelte che abbiamo fatto negli anni, di come le abitudini sono cambiate, fino alla domanda fatidica: possiamo davvero chiamarlo progresso?

Precedente Successiva

Ultime News